Terapia di Coppia Firenze

Percorsi psicologici per il benessere della coppia

La coppia

La coppia

La coppia è qualcosa di complesso perchè nel crearsi entrano in gioco diverse sfaccettature dell'essere umano sintetizzabili in tre aspetti chiave; l'attrazione fisica, l'emotività(spesso travolgente e pervasiva) e la razionalità. Il punto è che questi tre aspetti parlano spesso una lingua diversa e se uno dei tre prende il sopravvento sugli altri, il modo di guardare il partner cambia radicalmente.

Generalmente la componente fisica ed emotiva sono prevalenti nelle fasi iniziali della coppia ma da sole non bastano a garantire un rapporto duraturo: stare insieme è una scelta consapevole che per essere fatta necessita anche di una componente razionale. Inizialmente, in fase di innamoramento o banalmente dopo poco tempo che si frequenta una persona, è più facile essere tolleranti con i difetti dell'altro ed essere fiduciosi sul fatto che i suoi e i nostri “spigoli” possano essere tollerati o smussati. Con il tempo, poi, quando la spinta dell'attrazione fisica ed emotiva della fase di scoperta calano e ci si confronta con la routine, qualcosa può cambiare; così il nostro partner ci appare meno interessante o ci sembra cambiato (può capitare che il partner cambi ma più spesso capita che a cambiare sia il nostro modo di guardarlo). Inoltre, spesso si aggiungono altre componenti che legano la coppia creando potenzialmente maggiore unione ma anche maggiori vincoli (figli, casa, sacrifici, a volte trasferimenti ecc).

 

 

La crisi

La crisi

Quando una coppia è funzionante i partner si sentono accettati e amati per come sono; la coppia viene vissuta come una risorsa, è fonte di felicità, libertà di essere, complicità, sincronia; ci si sente al sicuro e “a casa”.

L'amore, però, non è statico, è movimento e non viaggia sempre sulla stessa strada che ha generato l'innamoramento. Dare per scontato che la strada che percorreremo con il nostro partner sarà sempre la stessa della fase iniziale è un errore: entrano in gioco tante variabili tra cui la routine, i cambiamenti nelle vite di ciascuno, la gravidanza, i figli, il lavoro ecc.

La crisi si innesca nel momento in cui per tutta una serie di ragioni ci si sente meno amati, meno accettati e ci si sente, più o meno di riflesso, più distanti dall'altra persona. Frasi come “tornassi indietro non lo/la risposerei”; “non è più la persona di cui mi sono innamorato/a”, “non posso credere che lo abbia fatto” sono frasi tipiche dei momenti di crisi. Entrano in gioco rabbia, delusione e sconforto. La crisi fa saltare l'intesa.

Nelle fasi di crisi diventa spesso protagonista il litigio; un litigio che non è più quello iniziale in cui il desiderio dell'altro, la fiducia nella nostra capacità di accettazione e la paura di perdersi portavano spesso verso la “pace” ma è un litigio “vero” in cui ciascun parte non intende cedere all'altro perchè cedere all'altro significa rinunciare a se stessi e sentirsi disapprovati dall'altro. 

Le crisi possono risolversi, con volontà e perseveranza da parte di entrambi oppure cronicizzarsi trascinando la coppia in un circolo vizioso di sofferenza non sempre facile da interrompere. I benefici della relazione vengono quindi perduti, i partner si sentono soli, non accettati, criticati, prevaricati ecc... La coppia inizia quindi ad interagire con modalità disfunzionali che generano sofferenza reciproca. Ciascuno dei due rischia di concentrarsi sui difetti e sulle negligenze dell'altro con conseguenti discussioni, litigi, allontanamenti, rancori e chiusura. Spesso in questo circolo vizioso, il copione è sempre lo stesso e la sensazione quella di un'incomprensione infinita che ogni volta si ripete fino al tragico epilogo del “non ne parlo più tanto è inutile”. Se questa dinamica non viene disinnescata si rischia di andare verso un punto di non ritorno. 

Il tradimento

Il tradimento

Il tradimento è qualcosa che va ad intaccare il “noi”, la fiducia nel partner, la fiducia nella coppia, i progetti fatti insieme. Il tradimento può essere la causa o l'effetto di una crisi.

 

Di solito si è portati a pensare che quando qualcuno tradisce, ci sia qualcosa che non vada in uno dei due partner o ci sia qualcosa che non vada nella coppia. Questa prospettiva è in realtà molto semplicistica. Ci sono sicuramente persone che per indole sono portate a tradire, ad esempio, per il bisogno di continue conferme così come ci sono coppie che soccombono nella noia della routine o di uno status quo sempre più insostenibile.

Tuttavia, il meccanismo del tradimento può essere anche molto più complesso; può celare il tentativo di risvegliare parti di sé che a cui si è voltato le spalle; può essere un modo per sentirsi vivi in fasi della vita dominate dalla tristezza o dalla paura e può essere molto altro ancora. Questo non vuol dire che debba essere giustificato ma vuol dire che guardare al tradimento con prospettive semplicistiche può essere fuorviante. Dopo un'avventura, la maggior parte delle coppie restano insieme ma la maggior parte si limiterà a sopravvivere; sono poche quelle che riescono a superare un tradimento ridefinendo l'equilibrio della coppia.

La psicoterapia di coppia

La psicoterapia di coppia

Quando è indicata la psicoterapia di coppia?

Quando i partner vogliono aumentare il livello di soddisfazione nella coppia;

Quando sono presenti conflitti costanti nella coppia;

Quando i figli rischiano di essere invischiati nel conflitto e nelle dinamiche disfunzionali della coppia:

Quando si presenta un evento traumatico che coinvolge la coppia o impatta su di essa.

Qual è l'obiettivo della terapia di coppia?

Iniziamo con il dire quale non è un obiettivo della psicoterapia di coppia: la psicoterapia di coppia non serve per far tornare insieme due partner a tutti i costi. La finalità è, infatti, quella di migliorare il benessere dei partner lavorando sulla consapevolezza dei bisogni dei singoli e di quelli che la coppia può soddisfare. Se la coppia si rivela fonte di insoddisfazione e se mancano le premesse per la soddisfazione dei bisogni di entrambi partner, il miglioramento del livello di benessere non è escluso che possa derivare da una separazione.

La psicoterapia di coppia, infatti, ha l'obiettivo di aiutare i partner a chiarire e guardare con consapevolezza le dinamiche caratteristiche della coppia (di cui i partner sono molto spesso inconsapevoli) così da facilitare la ricerca e la messa a punto di strategie volte al superamento di dinamiche disfunzionali.

 

Cosa è la co-terapia?

La co-terapia è la conduzione di un percorso di psicoterapia di coppia da parte di due terapeuti: un uomo e una donna. Questa modalità permette di osservare a fondo la coppia, essendovi due punti di osservazione, e, inoltre consente di ridurre al minimo il rischio di ricerca di alleanze tra parner e terapeuta dello stesso sesso.

 

 

 

 

terapia di coppia

 

Contattaci subito

I Nostri servizi

  •  Primo incontro gratuito
  •  Più studi a disposizione sul territorio di Firenze
  •  Orari adatti anche a chi svolge lavoro full time

 

Stai cercando terapia di coppia, crisi di coppia, problemi di coppia? Questo è il sito giusto per te.